Accreditamento conservatori: pubblicata la nuova circolare AgID

Dopo la pubblicazione delle nuove Regole tecniche sui sistemi di conservazione (di cui al DPCM 3 dicembre 2013) entrate in vigore l’11 aprile, l’Agenzia per l’Italia Digitale ha predisposto la Circolare n. 65 del 10 aprile 2014 che definisce le modalità  per l’accreditamento e la vigilanza sui soggetti pubblici e privati che svolgono attività  di conservazione dei documenti informatici, di cui all’art. 44-bis del D.Lgs n. 82/2005 (Codice dell’Amministrazione digitale).

Nello specifico, la nuova Circolare abroga e sostituisce la Circolare DigitPA n. 59 del 29 dicembre 2011 ed è fondamentale per i soggetti che vogliano diventare conservatori accreditati e per tutti coloro che abbiano già  inoltrato la domanda a DigitPA (ora AgID) in vigenza della precedente Circolare e che ora, dunque, sono tenuti a integrare i requisiti richiesti dal nuovo documento. A tali soggetti, in effetti, è richiesto di integrare e completare la documentazione presentata entro centottanta giorni a decorrere dalla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della nuova Circolare n. 65/2014.

Sul punto, infatti, si ricorda che solo ai Conservatori accreditati le PA possono affidare in outsourcing i sistemi di conservazione che le stesse non intendano implementare all’interno della propria struttura organizzativa, così come previsto dal comma 3 dell’art. 5 delle nuove Regole tecniche.