Ora che il Regolamento 679/2016 è pienamente esecutivo il Codice della protezione dei dati personali è da considerarsi abrogato?

25 maggio 2018: una data che ha ridefinito i confini normativi Europei, finora tracciati in ambito Privacy.
Sebbene il Regolamento generale sulla protezione dei dati (General Data Protection Regulation, emanato con il Regolamento UE 2016/679) abbia acquisito piena applicabilità, il processo di adeguamento della normativa nazionale al GDPR risulta ancora ben lontano dal potersi considerare concluso.
Il GDPR, pur essendo self-executing, richiede un’opera certosina e sistematica di armonizzazione con la normativa nazionale per non creare conflitti di norme e dubbi interpretativi.
Siamo ancora in attesa del decreto nazionale di coordinamento, per il quale – in base a complessi intrecci normativi – la delega è esercitabile entro il 21 agosto (e non 21 maggio come ci si sarebbe inizialmente aspettati).
Sulle prospettive di sviluppo del tema vi proponiamo la lucida analisi dell’avv. Andrea Lisi, Presidente di ANORC Professioni, nata a seguito del confronto e del costante dibattito con esponenti del settore e presentata attraverso il suo canale Linkedin.

Potrete consultare la versione integrale dell’articolo al seguente link.