Passi avanti per il gruppo di lavoro ANORC e PA centrali

Si è tenuto ieri a Roma presso la sede della Consob l’incontro tra i rappresentanti dell’associazione ANORC, l’Università Unitelma Sapienza e i referenti delle amministrazioni pubbliche – INAIL, INPS, MEF, ENEA, MIUR, Corte dei Conti, Consob, Banca d’Italia, Agenzia Industrie Difesa, ACI Informatica – che partecipano al gruppo di lavoro sulle professioni che ANORC ha promosso al fine di individuare modelli di governance e competenze utili alla gestione digitale di documenti e informazioni nella PA, e i cui risultati verranno poi posti all’attenzione del Ministro Madia. 
L’incontro è stato l’occasione di confronto su argomenti estremamente attuali: la sospensione del DPCM 13 novembre 2014 e la riforma del Codice dell’Amministrazione Digitale, con una particolare attenzione agli articoli relativi al documento informatico, alla sottoscrizione dei documenti effettuata tramite firma elettronica, all’accesso ai servizi on line tramite SPID, al ruolo della pubblica amministrazione come conservatore unico dei documenti di cittadini e imprese.
L’obiettivo principale del gruppo di lavoro ANORC e ANORC Professioni è l’individuazione di un modello di governance condiviso per la PA, il quale dovrà dettagliare le procedure – idonee e replicabili in strutture più o meno complesse – e individuare le figure responsabili che orientino e guidino nelle pubbliche amministrazioni le attività di adeguamento alla normativa vigente in materia di azzeramento della carta e promozione del cosiddetto “digital first”.
Favorire il confronto con le istituzioni e coinvolgere anche pubbliche amministrazioni locali e le imprese rappresentano gli ulteriori passi del GDL: l’Assessorato all’Innovazione del Comune di Roma, guidato da Paola Marzano, si è già reso disponibile a dare il proprio contributo all’attività del gruppo.