Standard nazionale sulla conservazione sostitutiva: UNI 11386 (SInCRO)

à‰ stato recentemente pubblicato ufficialmente lo standard nazionale UNI 11386 [UNI 11386:2010 – Supporto all’Interoperabilità   nella Conservazione e nel Recupero degli Oggetti digitali (SinCRO)].

 

 

 

L’Ente nazionale italiano di unificazione (UNI) ha istituito nel 2009, all’interno della sottocommissione DIAM/SC11 (Gestione dei documenti archivistici), un apposito gruppo di lavoro, denominato SInCRO (Supporto all’Interoperabilita’ nella Conservazione e nel Recupero degli Oggetti digitali), composto da rappresentanti di  DigitPA e dell’amministrazione archivistica, nonchè da ricercatori universitari, imprenditori e funzionari della PA, con lo scopo di specificare e integrare la deliberazione CNIPA 19 febbraio 2004, n. 11 recante le "Regole tecniche per la riproduzione e conservazione di documenti su supporto ottico".

 

Le regole tecniche per la conservazione sostitutiva descrivono in maniera accurata gli aspetti procedurali e indicano le  responsabilità  degli attori di questo processo, ma non forniscono dettagli tecnici sulle modalità  di rappresentazione dei dati relativi agli oggetti della conservazione, e non contengono alcuna specifica disposizione mirata a conseguire o a promuovere forme d’interoperabilità . Le regole offrono cioè amplissimi margini di libertà  in fase d’implementazione, con il conseguente proliferare di soluzioni e formati lontanissimi da ogni prospettiva d’interoperabilità , anche a causa dell’assenza di standard specifici.

 

Tutto cio’ considerato, l’obiettivo prioritario del gruppo di lavoro UNI SInCRO e’ stato quello di definire la struttura dell’insieme dei dati a supporto del processo di conservazione sostitutiva, individuando gli elementi informativi necessari alla creazione di un Indice di Conservazione (il cosiddetto ‘file di chiusura’), e descrivendone sia la semantica sia l’articolazione, in maniera tale da consentire agli operatori del settore di utilizzare una struttura-dati condivisa e raggiungere un soddisfacente grado d’interoperabilità  nei processi di migrazione, grazie all’adozione dello Schema XML appositamente elaborato e reso disponibile nello standard“. (Giovanni Michetti Presidente, UNI DIAM SC11 – Gestione dei documenti archivistici).

 

La norma puo’ essere acquistata online all’indirizzo:

 

http://webstore.uni.com/unistore/public/searchproducts digitando il numero 11386 nel campo "Norma numero".

 

Ovvero da www.uni.com  –>  Comprare  –>  Catalogo norme.