Archiviazione elettronica, le modifiche al nuovo eIDAS – l’approfondimento di Giovanni Manca

L’ing. Giovanni Manca interviene sulle pagine di Agendadigitale.eu per commentare le modifiche introdotte dal nuovo articolo 45 octies in materia di archiviazione elettronica, previsto dalla proposta di regolamento eIDAS.

“…questo nuovo articolo deve essere considerato con attenzione – afferma l’ing. Manca – anche al fine di evitare normative nazionali parallele o peggio contraddittorie, rispetto a quanto stabilito in Europa”.

La posizione della Commissione europea

Nel Considerando 33 della proposta di modifica la Commissione sottolinea che molti Stati membri hanno stabilito i requisiti nazionali per garantire un’archiviazione digitale sicura e affidabile. È necessario, quinidi, fornire un quadro giuridico comune che agevoli il riconoscimento transfrontaliero dei servizi di archiviazione elettronica qualificati e che favorisca nuove opportunità di mercato ai soggetti che prestano servizi fiduciari.

L’articolo 45 octies

Il nuovo articolo sull’archiviazione elettronica stabilisce due rilevanti regole: la prima è che ci si riferisce solo a servizi qualificati, la seconda è che la Commissione ha l’obbligo di stabilire le regole tecniche che referenziano gli standard da applicare sul tema.

Leggi l’articolo nella sua versione integrale su AgendaDigitale.eu

I professionisti della digitalizzazione documentale e della privacy

Scopri il Master Universitario di 1° livello di Unitelma Sapienza